Polpost, Baruffi e Vaccari “Nuovi compiti, no al ridimensionamento”

Il deputato Pd Davide Baruffi e il senatore Pd Stefano Vaccari ribadiscono, come già in passato, la loro decisa contrarietà al ridimensionamento dei presidi di Polizia postale in Emilia-Romagna, piano che porterebbe alla chiusura degli uffici modenesi. Ecco la loro dichiarazione:

“Lunedì è entrata in vigore la nuova legge sul cyberbullismo che affida nuovi, importanti compiti agli agenti delle Questure e della Polizia postale. E’ solo l’ultima conferma, in ordine di tempo, del ruolo prezioso e sempre in crescita degli agenti specializzati sui nuovi reati online e il crimine informatico, basti pensare al peso crescente della contraffazione dei prodotti e alla pirateria via web. Per questa ragione, come già in passato, torniamo a confermare la nostra contrarierà al piano di ridimensionamento delle sedi della Polizia postale in Emilia-Romagna. Modena, in particolare, non può permettersi di perdere un presidio apprezzato e competente, che ha ottenuto risultati contro il crimine informatico riconosciuti a livello nazionale. E’ fondamentale, quindi, non disperdere il patrimonio di conoscenze ed esperienze specifiche che, negli anni, sono state costruite e che ora costituiscono una ricchezza comune, che sarebbe illogico separare in uffici disorganici rispetto alle competenze acquisite”.

       

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy