×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 980

RIFORMA PROCESSO PENALE: “Maggiore sicurezza e processi snelli"

L’Aula del Senato, in mattinata, ha approvato la fiducia al Governo sul disegno di legge di riforma del codice e del processo penale. Il provvedimento – che passa ora al l’esame della Camera - contiene novità in materia di inasprimento delle pene, prescrizione, procedibilità dei reati, intercettazioni e riforma dell’ordinamento penitenziario. Il commento positivo del senatore modenese del Pd Stefano Vaccari:
“Un provvedimento importante che introduce ulteriori garanzie a tutela delle vittime dei reati, che inasprisce le pene per quei reati che creano maggiore insicurezza, che prevede l’ingresso di nuovo personale non solo nei ranghi della magistratura (mille in un biennio), ma anche tra i cancellieri e il personale amministrativo (2mila), che punta a ristabilire il valore rieducativo della pena. Il ddl Penale che abbiamo votato oggi in Aula, al Senato, risponde a molte delle richieste che sono pervenute in questi mesi dalla nostra comunità e punta a sanare situazioni che i casi di cronaca hanno portato alla ribalta. Penso, ad esempio, all’ampliamento dei tempi di prescrizione per i reati che hanno per vittima i minori in modo da consentire alla vittima di vedere perseguito il reato anche dopo aver raggiunto la maggiore età. Anche l’inasprimento delle pene per i reati di furto in abitazione e di scippo è stato disposto per favorire una maggiore tranquillità del cittadino il cui senso di insicurezza è cresciuto di pari passo con il dilagare di fenomeni di microcriminalità. Il provvedimento, però, guarda anche ai grandi fenomeni della corruzione e della criminalità organizzata, aumentando le pene per il reato di scambio elettorale politico mafioso. Sono tutte misure, come spesso ci ha ricordato l'Europa, che aumentano la credibilità e la competitività del nostro Paese”.

       

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy